Pubblicato: 17 Agosto 2021  -  Ultimo aggiornamento: 21 Settembre 2021

Cyber Security Analyst: chi sono e cosa fanno

Cyber Security Analyst: chi sono e cosa fanno

Il Cyber Security Analyst è oggi una figura imprescindibile all’interno di un’azienda che vuole difendere l’attività lavorativa da ogni tipo di rischi e minacce.

Gli attacchi e le violazioni informatiche sono infatti all’ordine del giorno e le tecniche usate sono sempre più sofisticate: difendersi è una priorità assoluta e il modo migliore per farlo è affidarsi a un professionista di questo tipo.

Ecco quindi chi è un Cyber Security Analyst, cosa fa e quali competenze ha.

Cosa fa un Cyber Security Analyst

Il Cyber Security Analyst si occupa di prevenire, rilevare e gestire ogni tipo di minaccia al sistema informatico, proteggendo le reti, i dispositivi e i dati aziendali.

Monitora e salvaguarda sia l’infrastruttura hardware che quella software e non si limita semplicemente a individuare i problemi e le criticità: riesce infatti a trovare delle soluzioni concrete per risolvere gli attacchi compromettendone la riuscita o limitandone l’impatto.

Sa quindi come intervenire in caso di emergenza e fornisce all’azienda ogni tipo di informazione e strumento necessari a garantire sicurezza e consentire una buona Business Continuity.
Si occupa in prima persona di implementare e comunicare le policy utili a potenziare le difese dell’impresa e sa come coordinare e formare ogni membro del team aziendale.

guida cyber security

Un Cyber Security Analyst è perciò il punto di riferimento di un’impresa per ogni aspetto riguardante la sicurezza ed è caratterizzato da un giusto mix tra hard e soft skill.

I vantaggi per le aziende

Ciò che caratterizza oggi il mondo del lavoro è l’impressionante mole di dati che ovunque viene generata: i dati e i cosiddetti Big Data sono ovunque e rappresentano una risorsa più che preziosa da tutelare e proteggere.

Anche i canali di comunicazione sono in aumento e le infrastrutture tecniche diventano ogni giorno più complesse, facilitando l’insorgere dei rischi e rendendo più difficile difendersi con efficacia.
La vulnerabilità è tanta e per un’azienda è complicato delineare una strategia di prevenzione e difesa completa, attenta a ogni minaccia e in grado di proteggere il sistema e fronteggiare gli attacchi.

Per questo è fondamentale per un’impresa affidarsi a un Cyber Security Analyst, capace di coordinare ogni aspetto legato alla sicurezza con competenza e professionalità.

Delegare a un esperto la salvaguardia della propria attività è infatti la soluzione migliore per assicurarsi che nessun aspetto venga tralasciato, con la certezza che solo gli strumenti migliori saranno impiegati per tutelare l’azienda e contrastare gli hacker.

Il Cyber Security Analyst coordina ogni aspetto legato alla sicurezza e ha come obiettivo finale la protezione dei dati.

Quali competenze ha un Cyber Security Analyst?

Il Cyber Security Analyst segue una formazione specifica e si aggiorna con regolarità, maturando così delle competenze tecniche ben precise.
Ha ovviamente una solida preparazione in tema di sicurezza e Cyber Security, ma per eseguire bene il proprio lavoro sviluppa anche altre numerose skill.

Innanzitutto ha una conoscenza di base dei principali linguaggi di programmazione e ha familiarità con strumenti come OWASP e PTES.
Ha dimestichezza con le reti e sa come individuare le vulnerabilità e le intrusioni, oltre a sapere fare reverse engineering.

È in grado di gestire progetti anche complessi e si occupa di installare e configurare gli strumenti e i tools di security necessari.
Monitora gli accessi ai dati e in caso di attacchi isola i parametri utili per prevenire incidenti futuri.

Esegue inoltre delle analisi di rischio e conduce dei test comparativi per garantire il migliore livello di sicurezza possibile.

Non solo skill tecniche

Per diventare Cyber Security Analyst, però, non basta avere competenze tecniche di natura informatica, ma sono necessarie tante altre doti fondamentali per svolgere il lavoro.

Per illustrare le strategie di sicurezza al team aziendale, per esempio, è importante sapere comunicare con il cliente e trovare la via più efficace per spiegare quali comportamenti tenere per garantire sicurezza.
Bisogna avere capacità da problem solver, in modo da reagire agli imprevisti e agli attacchi con efficacia, e si deve sapere prestare la giusta attenzione ai dettagli.

Un Cyber Security Analyst deve inoltre maturare uno spirito analitico e sapere elaborare e stendere delle security policy specifiche per l’azienda con cui sta lavorando.
Deve formare il personale e gli utenti e deve sempre assicurarsi che ogni comportamento e politica adottati siano conformi ai protocolli e alle normative di riferimento.

Quanto guadagna un Cyber Security Analyst

Essendo una professione molto richiesta e importante per le aziende, anche la retribuzione è più che buona.

All’estero, soprattutto negli Stati Uniti, le cifre sono altissime e si può arrivare a guadagnare più di 80.000 dollari annui.
In Italia invece, dove ancora la figura del Cyber Security Analyst deve crescere e consolidarsi, uno stipendio medio si aggira tra i 23.000 e 44.000 euro annui.

Bisogna ovviamente tenere conto anche del livello di esperienza del professionista e considerare che una figura Junior partirà da compensi più bassi rispetto a un Senior con una carriera già avviata.
Per i più esperti, infatti, le retribuzioni in Italia possono superare i 50.000 euro l’anno, mentre negli USA è possibile raggiungere addirittura i 250.000 dollari annui.

guida cyber security