Pubblicato: 20 Luglio 2021  -  Ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2021

Con Docker crei e gestisci le tue applicazioni con facilità

Con Docker crei e gestisci le tue applicazioni con facilità

Con Docker si può accedere a una tecnologia flessibile con cui creare e gestire applicazioni in maniera vantaggiosa.

Come funziona? Perché conviene alle aziende?

Leggi quest’articolo per scoprire tutti i dettagli!

Cos’è Docker?

Docker è una piattaforma software che permette a programmatori e sviluppatori di creare e testare applicazioni in tempi molto brevi.

Rappresenta una tecnologia innovativa in ambito di Cloud Computing ed è a tutti gli effetti un software open source per la containerizzazione, soprattutto in ambiente Linux.
Docker infatti divide il software in diverse unità standardizzate chiamate container, che sono dei complessi di dati che dispongono di tutti gli strumenti per eseguire correttamente le applicazioni Cloud native.

Con Docker si possono quindi distribuire e riprogrammare le risorse per un’applicazione in qualsiasi ambiente, monitorando in ogni momento il codice eseguito.

Il termine Docker, inoltre, non indica solamente il progetto, ma è usato anche per definire la community che lo finanzia, lo supporta e si impegna a migliorarlo con soluzioni sempre più all’avanguardia: la Docker Inc.

Come funziona Docker

Docker funziona come una tecnologia analoga alle macchine virtuali: i container virtualizzano infatti il sistema operativo di un server, eliminando la necessità di gestirlo direttamente.

Si può installare in qualsiasi tipo di server ed è dotato di comandi appositi con cui creare, innescare o interrompere container. Inoltre fornisce delle modalità standard per eseguire il codice.
In questo modo si può ottenere un singolo oggetto con una procedura affidabile da qualsiasi posizione, monitorando e tenendo sotto controllo le risorse.

L’obiettivo dei container è isolare i processi in modo che siano eseguibili in modo indipendente e riescano a sfruttare al meglio l’infrastruttura già esistente. Sempre garantendo la stessa sicurezza che si avrebbe affidandosi a sistemi separati.

Per creare i container, Docker consente il deployement a partire da un’immagine, semplificando i servizi e la condivisione delle applicazioni e automatizzando la distribuzione delle applicazioni all’interno dell’ambiente stesso.

Con Docker nasce quindi un ecosistema di applicazioni e strumenti, che permette agli utenti di accedervi in modo semplice e veloce, mantenendo pieno controllo sulla distribuzione.

Tutti i vantaggi di questa tecnologia

Docker è una tecnologia caratterizzata da numerosi vantaggi, che la portano a essere una soluzione più conveniente rispetto alla normale virtualizzazione.

Vediamo tutti i benefici nel dettaglio:

  • Velocità: il codice può essere distribuito più rapidamente, arrivando a una velocità di sette volte superiore rispetto alle soluzioni alternative. Non c’è più, infatti, la necessità di riavviare un sistema operativo per aggiungere o spostare i container e i tempi di deployment si riducono. Inoltre è possibile creare ed eliminare i dati in modo facile e sicuro.
  • Standardizzazione: standardizzando il funzionamento delle applicazioni, se ne semplifica la distribuzione ed è più facile identificare i problemi.
  • Risparmio: grazie ai container si semplifica e ottimizza lo sviluppo e l’utilizzo del codice nei server, riducendo così le spese.
  • Ripristino: Docker crea una stratificazione particolarmente adatta a eseguire i rollback. Ogni immagine, infatti, è composta da alcuni strati e se l’iterazione non è soddisfacente, la si può riportare alla versione precedente, ottenendo un’integrazione e deployment continui.
  • Modularità: con i container si può adottare un approccio basato sui microservizi ed estrarre componenti singoli dalle applicazioni per poterli riparare o aggiornare.
  • Controllo delle immagini: i file immagine Docker sono composti da diversi strati che insieme costituiscono un’immagine singola e velocizzano il processo di creazione dei container. Le modifiche sono condivise tra le immagini e migliorano l’efficienza e la velocità.
  • Trasferimento del codice: il codice e le applicazioni possono essere trasferiti in modo ottimizzato e con facilità.

Docker offre quindi una gestione più efficace dell’ambiente IT, è particolarmente facile da usare ed è caratterizzato da grande flessibilità, portabilità e leggerezza.

Docker è la perfetta piattaforma software con cui creare e gestire applicazioni.

Quali invece gli svantaggi?

Un grosso vantaggio di Docker è la possibilità di gestire singolarmente i container e le applicazioni, che a loro volta sono suddivise in altri numerosi componenti.
Pur essendo un’utile funzionalità, il problema è che spesso l’orchestrazione generale può diventare difficile e può richiedere il raggruppamento dei container per distribuire i servizi su tutti i container.
In questo caso, però, una buona soluzione può essere adottare uno strumento pensato proprio per l’orchestrazione dei container come Kubernetes.

I container, inoltre, possono sfruttare il kernel del sistema operativo, consentendo alla macchina fisica di ospitare tantissimi container. In questo modo si guadagna in leggerezza, ma aumenta la vulnerabilità, dato che il kernel dell’host viene condiviso con i container. Il sistema è maggiormente esposto a possibili attacchi ed è necessario prevedere un giusto piano di sicurezza.

Docker: le possibili applicazioni

Una qualità che contraddistingue Docker è la versatilità e può quindi essere sfruttato con successo per diversi scopi.

I container, innanzitutto, possono essere usati come elementi base per sviluppare applicazioni e piattaforme moderne.
Inoltre si possono creare e dimensionare architetture di applicazioni grazie alle distribuzioni standardizzate di codice garantite dai container.

Con Docker si eliminano i conflitti tra versioni e stack di linguaggio e si creano ambienti standard con cui distribuire le applicazioni con rapidità.
Si possono elaborare i Big Data inserendo i dati e i pacchetti di analisi in contenitori portabili e si possono fornire applicazioni e architetture di microservizi distribuite e sicure.