Pubblicato: 10 Aprile 2019  -  Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio 2021

La Blockchain nell’attualità

La Blockchain nell’attualità

Non solo criptovalute: tra sicurezza e possibili applicazioni

Il termine Blockchain è emerso per la prima volta nel contesto dei Bitcoin, valuta digitale inventata nel 2009. In senso strettamente tecnico, una blockchain è una struttura di dati utilizzata da un’applicazione per registrare pubblicamente la cronologia delle transazioni. I dati della blockchain sono costantemente sincronizzati ed estesi ai computer nella rete, e chiunque può recuperarne una copia completa: è quindi semplicemente una struttura dati pubblica. Più interessanti, seppur spesso trascurate, sono le procedure che generano tale database e lo rendono affidabile. Una blockchain è creata da una rete distribuita di computer che non hanno bisogno di nessuna autorità centrale, con la funzione primaria di certificare transazioni tra persone. Si possono analizzare le nuove transazioni in entrata in modo trasparente e indipendente: a ciò si aggiunge una combinazione di crittografia, networking peer-to-peer, teoria dei giochi e principi di economia. Naturalmente ci sono molte idee sbagliate e ci sono dei compromessi che devono essere fatti per rispettare tali caratteristiche.

Come funziona

Possiamo definire la blockchain come un libro mastro online (digital ledger) anonimo che utilizza una struttura dati per semplificare il modo in cui si eseguono le transazioni. Senza l’intromissione di terze parti, gli utenti possono controllare il registro in modo sicuro. Ogni elenco della blockchain è chiamato blocco. Questo è il motivo per cui è nota come blockchain: i vari elenchi, cioè i blocchi, sono collegati e protetti tra loro come una catena.

Possiamo semplificare il funzionamento della Blockchain nella maniera seguente: un foglio di calcolo che viene duplicato migliaia di volte su una rete di computer, la quale è progettata per aggiornarlo regolarmente questo foglio. Le informazioni sono costantemente riunite nel database, che è memorizzato in più posizioni e aggiornato istantaneamente. Ciò significa che i registri sono pubblici e verificabili. Poiché non esiste una posizione centrale, è più difficile da hackerare.

È sicura?

Tra proprietà principali che rendono sicura tale tecnologia vi sono:

  • Decentramento, le informazioni non vengono archiviate da una singola entità, tutti nella rete possiedono le informazioni e se si desidera interagire con qualcuno, è possibile farlo direttamente senza passare attraverso una terza parte (si possono inviare soldi a chiunque desideri senza dover passare attraverso una banca)
  • Trasparenza, anche se l’identità di una persona è nascosta tramite la crittografia complessa e rappresentata solo dal loro indirizzo pubblico, se si dovesse cercare la cronologia delle transazioni di una persona, non si vedrà il nome ma una sequenza di numeri e lettere, perciò la vera identità della persona è al sicuro ma si possono vedere tutte le transazioni che sono state fatte dall’indirizzo pubblico (questo livello di trasparenza non è mai esistito prima all’interno di un sistema finanziario)
  • Immutabilità, una volta che qualcosa viene immessa nella blockchain non può più essere modificata e anche se si fa un piccolo cambiamento, le modifiche che si rifletteranno nel codice hash saranno enormi
  • Integrità, ogni cosa è archiviata e autorizzata da un sistema decentralizzato che assicura la processabilità dei dati
  • Innovazione, il business model della blockchain porta a vantaggi competitivi non da poco conto

Impatto sui settori dell’industria 4.0

La blockchain è considerata un plus in grado di mantenere funzionante la gestione del rischio in tema di cybersecurity per l’industria 4.0. Potrebbe passare non molto tempo prima che la blockchain diventi il pilastro di un’intera azienda, considerando il suo rapido ritmo di crescita: essa offre una migliore gestione dei contratti in quanto stabilisce la teoria del moderno contratto intelligente: è un sistema automatizzato che organizza la logistica necessaria come pagamento, spedizione e molto altro.

La maggior parte delle industrie oggi si sta trasformando digitalmente, ma la trasformazione è ancora più visibile e dirompente nella produzione. Sebbene non sia ancora una tecnologia predominante per l’industria 4.0, la blockchain porterà valore aggiunto ovunque ci sia la necessità per i vari e molteplici partecipanti alla rete aziendale i quali effettuano transazioni, scambiano e condividono dati mantenendo un ambiente di fiducia, soprattutto nelle seguenti aree:

  • Automazione e integrazione della catena di approvvigionamento
  • Monitoraggio del ciclo di vita del prodotto
  • Condivisione e protezione tramite l’intelligenza IoT industriale

Il mercato attuale

Uno dei casi di utilizzo più interessanti è l’applicazione ai servizi finanziari, e in particolare la “tokenizzazione” delle risorse nelle attività finanziarie e reali. Usando la tecnologia blockchain, le risorse precedentemente illiquide possono ora essere convertite nella loro forma tokenizzata, cioè frazionate economicamente ed efficientemente, negoziate e regolate a catena (piuttosto che passare attraverso terze parti). Significa che l’accesso, prima disponibile solo agli investitori istituzionali, adesso viene esteso anche agli investitori al dettaglio.

Il secondo caso di uso più convincente per blockchain è nell’area della gestione della supply chain. Uno dei maggiori problemi che devono affrontare le aziende quando gestiscono la loro catena di approvvigionamento è la questione della trasparenza. La blockchain consente di documentare un prodotto in tempo reale mentre si sposta dalla sua provenienza originale a tutti i suoi punti di contatto. Ciò, aiuta a fermare contraffazioni e furti, migliora la conformità alle normative, riduce la documentazione e riduce significativamente i costi.

Il fatto che tutto il sistema sia decentralizzato significa che non esiste un punto centrale di debolezza per gli hacker facilmente raggiungibile: è possibile utilizzare un ID per verificare l’identità senza la necessità che un individuo produca dei documenti ogni volta che sia necessario. Questo potrebbe essere realizzato con una singola chiave che può essere abbinata a un libro mastro immutabile, consentendo agli utenti un maggiore controllo dei propri dati privati ​​per effettuare transazioni in modo più sicuro online, ma soprattutto, togliendo il potere alle aziende di monetizzarci sopra.

Un altro caso in cui la blockchain mostra la sua utilità è per decentralizzare il mercato dell’energia, che è tipicamente controllato da alcune grandi società in ogni mercato: si possono misurare, scambiare e regolare su un libro mastro tutte le misurazioni. Se l’energia elettrica può essere scambiata come qualsiasi altra merce, i prezzi dell’energia anziché essere un prezzo fisso, risponderanno alle forze della domanda e dell’offerta in un mercato dell’elettrico distribuito e completamente funzionante. Ciò consente alle persone di essere sia produttori che consumatori di energia, che possono ridurre i costi e migliorare l’efficienza non dovendo fare affidamento su una rete centralizzata.

Nel campo della sanità, l’uso della blockchain, per registrare le informazioni sui pazienti, può consentire, ai diversi soggetti interessati, l’accesso condizionato a un’unica fonte di verità in cui ogni interazione con i dati sanitari di un paziente può essere registrata su un libro mastro come una transazione. Ciò rende più sicuro l’accesso alle informazioni sulla salute del paziente (i dati dei pazienti sono crittografati), può eliminare le inefficienze con le attuali pratiche di gestione dei dati e offre ai pazienti un maggiore controllo sulle proprie informazioni (compreso il trarne profitto dai dati sanitari a scopo di ricerca).

Nella banca e nel fintech

Parlando in modo specifico del settore bancario e finanziario, centinaia e migliaia di fondi vengono regolarmente trasferiti ogni giorno da una regione del mondo ad un’altra. Ciò rende il sistema finanziario globale uno dei settori più popolari che potrebbero  beneficiare della blockchain. Operando sulla base di reti manuali altamente dipendenti, il settore bancario e finanziario è soggetto a errori e frodi che potrebbero portare a un sistema di gestione del denaro non molto trasparente.

Si riesce, così, a fornisce un altissimo livello di sicurezza e protezione quando si tratta di scambiare dati, informazioni e denaro, permettendo inoltre agli utenti di sfruttare l’infrastruttura trasparente (unitamente a costi operativi ridotti con l’ausilio del decentramento). Queste caratteristiche rendono la blockchain una soluzione affidabile e promettente per il settore.

In poche parole, la blockchain ha tutto il potenziale per capovolgere completamente il settore bancario e finanziario dei nostri tempi.

Come integrarla in un’impresa

La blockchain offre l’opportunità di trasformare radicalmente il nostro modo di fare le cose, fornendo un’architettura standard per affrontare le diverse sfide di business. Se vuoi che la tua attività raccolga i benefici della blockchain per ottenere un vantaggio competitivo, preparati:

  • Educa te stesso, dovresti sapere come funziona la tecnologia e cosa porta in tavola
  • Sii innovativo, non si tratta di fare qualcosa di più economico o più veloce, ma piuttosto di fare qualcosa di diverso. Con la tecnologia distribuita è possibile implementare nuovi modelli di business ed eliminare le inefficienze. Questo crea un valore che ti consente di seguire nuovi clienti, offrire nuovi tipi di servizi
  • Libera moneta ed assumi un esperto interno o trova un buon “partner” tech

Conclusione

Non sono tuttavia da trascurare alcuni aspetti negativi. L’utente tipico, senza un background tecnico, senza tutti i concetti di “settore” e di informatica coinvolti, può essere intimidito e rallentato nell’adottare sistemi di blockchain. Tuttavia, la crescente popolarità della criptovaluta sta portando ad una migliore informazione, con molte più risorse disponibili per rendere l’argomento più accessibile. Il trasferimento, la negoziazione e l’acquisto di criptovalute di solito comporta un costo di transazione, e di solito non è istantaneo.  È da considerare anche il fatto che se il 51% della rete esegue una transazione non valida, verrà comunque approvata e aggiunta alla contabilità: forse al momento è improbabile che accada, ma è un difetto di sicurezza che potrebbe rappresentare un potenziale problema per lo sfruttamento futuro. Tuttavia, ci sono un sacco di sviluppatori, utenti e appassionati che credono veramente che la tecnologia basata su blockchain sia il futuro per una gestione sicura delle informazioni e dei dati sensibili.