Pubblicato: 18 Novembre 2021  -  Ultimo aggiornamento: 11 Novembre 2021

Servizi IT: cosa sono e come scegliere il fornitore giusto

Servizi IT: cosa sono e come scegliere il fornitore giusto

I servizi IT sono oggi un valore aggiunto che può concretamente aiutare un business a raggiungere degli obiettivi, fornendo esattamente ciò di cui l’azienda ha bisogno.
La tecnologia online, infatti, non è un supporto fine a se stesso, ma può offrire un contributo reale e tangibile: bisogna solo scegliere i servizi giusti ed effettivamente utili.

Vediamo quindi quali sono i principali servizi IT e come sceglierli.

Cosa sono i servizi IT

I servizi IT sono sistemi informatici erogati che riescono ad agevolare, snellire, velocizzare e rendere affidabili i processi aziendali, consentendo il risparmio di risorse umane ed economiche.

Sono in concreto tutte le risorse hardware, software, di elaborazione, di archiviazione, di rete e in generale qualsiasi servizio fornito da un’azienda ai propri utenti, come gli storage in Cloud o gli accessi personalizzati alle applicazioni.
Come si possono gestire e implementare al meglio questi servizi?
Un’utile soluzione è affidarsi alle procedure di IT Service Management, o ITSM, che prevede un ruolo attivo dei fornitori nell’amministrazione e manutenzione della rete e dell’infrastruttura.

I servizi IT sono quindi delle risorse tecnologiche con cui risolvere problemi aziendali o organizzativi, alleggerendo il carico di lavoro e consentendo allo stesso tempo una trasformazione digitale sempre più rapida e solida.

Ecco i principali vantaggi

Perché a un’azienda conviene affidarsi ai servizi IT?

Scegliere dei servizi erogati da un fornitore significa innanzitutto ridurre drasticamente i costi di gestione, dato che non è necessario acquistare e amministrare l’infrastruttura, ma è sufficiente pagare i servizi effettivamente usati.

Inoltre si può contare su ampia scalabilità e assicurarsi che le risorse IT utilizzate siano sempre ottimizzate e aggiornate senza dover fare ulteriori investimenti.
In questo modo si risolve il problema di disporre di tecnologie presto obsolete, dotando il proprio business solo della migliore tecnologia possibile.

Un altro importante vantaggio è la possibilità di rendere più agile l’intero reparto IT aziendale: il team tecnico interno viene sollevato da numerosi incarichi, potendo concentrare le proprie energie sull’innovazione dei processi aziendali orientati verso una trasformazione digitale.

Insomma, i servizi IT si rivelano degli strumenti preziosi con cui raggiungere meglio e più in fretta gli obiettivi di business, incidendo positivamente sul ROI (Return On Investment) e sui risultati e le performance dei singoli processi e dei reparti operativi.

I Servizi IT alleggeriscono il carico di lavoro di un’azienda, aiutando a raggiungere gli obeittivi di business e favorendo la trasformazione digitale.

Quali sono i servizi IT più richiesti dalle aziende?

Tra i numerosi servizi IT disponibili sul mercato, quali sono quelli più utili per soddisfare le esigenze aziendali?

Trai servizi più richiesti troviamo:

  • Servizi Cloud: necessari per elaborare grosse moli di dati grazie ai software sofisticati e alla potente capacità di calcolo e di elaborazione. Da qui deriva il servizio di Cloud Computing, che rappresenta una valida alternativa ai sistemi di gestione ed elaborazione locali dei dati.
  • Business Continuity: strategie su misura necessarie a garantire la continuità aziendale – a livello di produttività, operatività, servizi e immagine – anche in caso di guasti o imprevisti di qualsiasi natura.
  • Disaster Recovery: insieme di azioni e strategie operative, logistiche e organizzative con cui un’azienda può riprendere il controllo della propria infrastruttura IT in seguito a un’interruzione forzata dei sistemi.
  • Outsourcing IT: permette di affidare a un team esterno l’esecuzione di un compito o la gestione dell’intera infrastruttura IT.
  • Backup e recupero dati: importanti per garantire un recupero dei dati e dei file in caso di necessità, salvaguardandone la riservatezza.
  • Ripristino del sistema operativo: consente di annullare ogni modifica apportata a un sistema operativo, riportando file di sistema, impostazioni, programmi e altro alle condizioni originali.
  • Gestione reti: individuare le tecnologie e le componenti hardware più idonee al business, installarle e configurarle.
  • Monitoraggio e assistenza: controllo costante delle apparecchiature e delle applicazioni e intervento tecnico immediato in caso di guasti, malfunzionamenti, imprevisti o problemi di diverso tipo.
  • Gestione infrastruttura server: realizzazione di ambienti virtuali e configurazione dei server aziendali.
  • Sicurezza: rimozione di virus o altre minacce e adozione di sistemi di difesa sofisticati per proteggere la rete, i dati e l’infrastruttura.

Come scegliere il fornitore giusto

Sono numerosi, oggi, i fornitori di servizi IT capaci di proporre un’offerta interessante e variegata.

Come scegliere quello giusto?
Innanzitutto è fondamentale fare un’analisi preliminare delle esigenze e degli obiettivi della propria azienda, delineando le effettive necessità e capendo così di quali servizi si ha realmente bisogno.
In questo modo si possono scartare le offerte non in linea con le proprie aspettative e orientarsi verso le proposte più adeguate.

È poi utile affidarsi a un fornitore che mette a disposizione un servizio di assistenza efficiente, evitando problemi e interruzioni di produttività in caso di emergenze e imprevisti.
Sono in molti, infatti, a offrire un supporto costante 24h, consentendo alle aziende di poter sempre contare su soluzioni tempestive e immediate nei momenti di difficoltà.

Alcun provider, inoltre, assegnano del personale tecnico che può agire direttamente in loco ed è quindi consigliabile valutare se può essere una risorsa utile per risolvere il malfunzionamento dei sistemi.

Un altro aspetto da prendere in esame è la fatturazione: quali sono i costi effettivi dei singoli servizi? I vari interventi quanto incidono sul budget? Quanto sarà necessario spendere per futuri miglioramenti delle infrastrutture?
Un provider deve poter fornire informazioni e voci dettagliati, offrendo all’azienda una panoramica economica completa.

Infine è importante scegliere un fornitore che si dimostri presente e attento alla gestione dell’infrastruttura.
Prevenire è meglio che curare ed è quindi utile affidarsi a un provider reattivo, che pensi con regolarità a controlli periodici e manutenzione.